Sostienici

Abbiamo bisogno anche del Vostro aiuto!

 

Come puoi aiutare una donna in situazione di violenza e i suoi\e figli\e?

Ti proponiamo una serie di “Pacchetti di aiuto” tramite i quali potrai sostenere una donna con una donazione alla Cooperativa sociale GEA. Ogni donna porta a GEA la sua storia ed ha risorse personali e bisogni unici, per questo i Pacchetti sono diversi tra loro e prevedono costi diversi per essere realizzati.

Se sei una singola persona, un gruppo di amiche o amici, colleghi, un’ente privato e vuoi dare il tuo contributo scorri l’elenco e cerca la proposta di donazione alla quale vuoi aderire.

Sulla causale della tua donazione potrai specificare a quale di questi progetti intendi dedicare il tuo versamento, altrimenti saranno le operatrici che valuteranno a seconda dei bisogni delle donne che stanno seguendo un percorso al Centro Antiviolenza o che sono accolte alla Casa delle donne a chi di loro dedicare la tua donazione.

E’ possibile ricevere una ricevuta ai fini della detrazione fiscale mettendosi in contatto con il Centro Antiviolenza.

Pacchetto “Psicoterapia del trauma”: per curare il passato e guardare al futuro

L’EMDR è un approccio terapeutico utilizzato per il trattamento del trauma e delle problematiche legate allo stress post-traumatico che può essere molto utile per donne in situazione di violenza. La donazione permetterà a  GEA di inviare tempestivamente una donna da una terapeuta specializzata in EMDR che la accompagnerà in un primo ciclo di 5 incontri.

Pacchetto “Trasporti”: posso muovermi libera

Per le donne in situazione di violenza, sprovviste di un mezzo proprio di trasporto, spesso non è sicuro muoversi liberamente sui mezzi pubblici. Una donna può doversi spostare in città, all’interno della provincia o in un’altra regione italiana per essere accolta in un luogo per lei più sicuro. Con i soldi raccolti potranno essere finanziati taxi o altri mezzi di trasporto che permettano alla donna di muoversi liberamente e in sicurezza sul territorio.

Pacchetto “Beauty”: mi occupo di me stessa

Può succedere che una donna in situazione di violenza occupi tutte le sue energia nel sopravvivere quotidiano e che per questo non dedichi più tempo ed energie al suo essere donna. Tutte sappiamo che sentirsi bene con se stesse è importante per sentirsi bene nella vita in generale. Grazie a questa donazione offrirai ad una donna una possibilità di prendersi cura di se stessa andando dal parrucchiere, facendo una consulenza per il trucco, un massaggio, un’esperienza che la faccia stare bene e che la aiuti a riconoscersi questo diritto.

Pacchetto “Baby-Sitter”: mi prendo del tempo per me

Una donna in situazione di violenza può avere necessità di un sostegno per i\le figli\e. Andare a sporgere denuncia, avere un colloquio al Centro Antiviolenza o dall’assistente sociale, recarsi dall’avvocato o a fare una visita medica possono essere momenti in cui una donna necessità un supporto di “babysitteraggio”. Spesso le donne non hanno nemmeno la possibilità di concedersi momenti per sé, per fare una passeggiata o per bere il caffè con una amica. Sono momenti fondamentali per la ripresa dopo aver subito violenza. Anche in questi casi, avere la possibilità di usufruire di un “babysitteraggio” può fare la differenza.

Pacchetto “Corsi di lingua”: posso farmi capire

Comprendere la lingua è fondamentale per poter conoscere i propri diritti e potersi inserire all’interno della società accogliente. Con questo pacchetto GEA potrà iscrivere e sostenere le spese per una donna in un percorso di apprendimento di una delle lingue parlate sul territorio.

Pacchetto “Territorio e Servizi”: sono una cittadina

La dipendenza economica, abitativa, burocratico\amministrativa dal maltrattante rappresenta un ostacolo verso l’autonomia e l’affrancamento dalla situazione di violenza. GEA intende offrire alla singola donna che ne necessiti un ciclo di incontri nei quali  possa essere informata, sostenuta e accompagnata ad acquisire le conoscenze e le competenze rispetto ai Servizi del territorio ed al loro funzionamento.

Pacchetto “Abitare”: vado a vivere da sola

Quando una donna deve lasciare la Casa delle donne e inizia un percorso in autonomia in un proprio appartamento non sempre ha la disponibilità economica necessaria e non tutte le spese vengono coperte da contributi pubblici. Con questo fondo potrai aiutare una donna ad affrontare le prime spese legate all’abitare: le spese legate ai contratti, al mobilio, alla biancheria, alle stoviglie o a quanto a lei necessario.

Il nostro conto corrente di solidarietà:

Banca Popolare - Volksbank Bolzano
IBAN: IT63 H058 5611 6010 5057 1090 350

Tante grazie!!